PIANO DI STUDI TRIENNALE

L’Istituto Cinematografico Michelangelo Antonioni propone due indirizzi di riferimento, REGIA e RECITAZIONE ciascuno della durata di tre anni. Dopo un primo anno propedeutico con alcune materie comuni,  gli studenti dovranno scegliere uno dei due indirizzi curriculari. La presenza di strutture adeguate, le competenze dei docenti, le Masterclass con esponenti del settore, l’organizzazione didattica strutturata in gruppi di lavoro ristretti, sono alla base del progetto formativo della Scuola. Scopo dell’Istituto Cinematografico Michelangelo Antonioni è fornire agli studenti la preparazione che consenta loro di accedere ai settori professionali di riferimento disponendo delle  competenze necessarie. Ogni anno di corso prevede, oltre alla normale attività didattica, laboratori collettivi e individuali, esercitazioni, workshop, incontri, lezioni magistrali e stage professionali. Dall’Anno Accademico 2011/2012 è attivo il Sistema Integrato di Valutazione [SIVA] con cui si misura la preparazione di ogni allievo in rapporto alle materie curriculari.
INDIRIZZI

Piano di studi in Regia
 
Piano di studi in recitazione

ISCRIZIONE E SELEZIONE

Sono aperte le iscrizioni per accedere all’Istituto Cinematografico Michelangelo Antonioni per l’anno accademico 2018/2019.

Il corso di studi ha una durata triennale.
Il PRIMO ANNO fornisce basi comuni ai due indirizzi.
Il SECONDO e il TERZO ANNO sono impostati sulla base del percorso formativo prescelto.

Cerchi una panoramica delle attività e i corsi?

SCOPRI

CHI SIAMO

Una scuola di cinema aperta all’innovazione

Progettare il futuro nel segno del cinema e dell’audiovisivo.

Regia, filmmaking, recitazione, produzione e molte altre possibilità: sono tanti i percorsi che iniziano all’Istituto Antonioni.

Punto di forza dell’offerta formativa, oltre alle materie del piano di studi, sono i workshop, i laboratori, le masterclass e i seminari tenuti da docenti “presi in prestito” dall’ambito professionale, quindi costantemente aggiornati, aperti alle metodologie e alle tecnologie di domani.

Nella splendida sede di Villa Calcaterra, immersa in un parco con alberi secolari, la didattica va oltre le lezioni frontali, la scuola incentiva lo scambio di esperienze, e il coinvolgimento in attività extracurriculari.

Il lavoro di squadra, in piccoli gruppi, permette agli studenti di mettersi alla prova in prima persona, apprendere i trucchi del mestiere e indirizzare il proprio talento nella giusta direzione.

UNA NUOVA POSSIBILITÀ DI FORMAZIONE DOPO IL DIPLOMA
NEL CINEMA, NELLA TV, NELLO SPETTACOLO E NELLA COMUNICAZIONE.

MASTERCLASS e INCONTRI >>

Oltre alle tradizionali lezioni frontali, l’Istituto Cinematografico Michelangelo Antonioni propone una serie di laboratori e Masterclass tenuti da professionisti ed esperti del settore, con i quali approfondire le materie del percorso didattico e acquisire nuove competenze.

Registi, attori, direttori della fotografia, sceneggiatori, ma anche responsabili di casting, autori, produttori, giornalisti e legali esperti del diritto d’autore, vengono invitati regolarmente all’Istituto Antonioni. Tutte figure professionali che a diverso titolo ruotano attorno al mondo del cinema e dell’audiovisivo, e con le quali i diplomati dovranno confrontarsi nel corso della loro carriera.

Hanno preso parte alle nostre Masterclass

NEWS

Gli studenti dell’Istituto Antonioni al BAFF 2018

15 maggio 2018|0 Comments

Si è conclusa sabato 12 maggio la sedicesima edizione de B.A. Film Festival.  Di seguito alcuni momenti che hanno visto i nostri studenti protagonisti della rassegna. con Domenico Procacci e Luciano Ligabue con Carla Signoris [...]

Giovedì 17 maggio alle ore 17.00 incontro con CHIARA FRANCINI e presentazione del libro MIA MADRE NON LO DEVE SAPERE

9 maggio 2018|0 Comments

Giovedi 17 Maggio alle ore 17.00 presso il nostro Istituto,  Chiara Francini presenta il suo libro Mia madre non lo deve sapere.

Incontro con Federico Brugia

11 aprile 2018|0 Comments

Giovedì 12 aprile alle ore 17.00 incontro con il regista (pubblicità, videoclip, cinema) Federico Brugia.